By Marco Paniccià   Prima di quest’inverno, nessuno avrebbe immaginato che un virus ci avrebbe costretto alla quarantena, cambiando profondamente non solo le nostre abitudini, ma anche le nostre convinzioni Parafrasando, il nostro mondo è scomparso con un click Adesso, in questa faticosa fase due, abbiamo ricominciato a lavorare, ma negli occhi di molte persone c’è ancora incertezza, lo vedo chiaramente al Sandwich Time dove, se pur a ranghi ridotti, i nostri clienti hanno cominciato a ritornare Se da un lato c’è la gioia di ritrovare quei piccoli riti che spezzano il quotidiano – il caffè, la colazione al bar, la pausa pranzo - dall'altro c’è una sorta di titubanza, quasi ci si chiedesse “ma lo posso davvero fare?” Tutti continuiamo a essere un po’ esitanti,  i ragazzi del nostro staff hanno le loro piccole incertezze e tocca a noi, ad Andrea e me, incerti quanto loro, incoraggiarli e dire loro come comportarsi In questa nuova normalità anormale, come pensavamo, il take-away  ha un ruolo molto più importante che in passato ed è più che comprensibile perché permette alle persone di prendersi le proprie pause e di consumare pasti sani e piacevoli, senza l’ansia che alcuni tuttora provano nel trovarsi in un luogo chiuso fianco a fianco con gli altri, se pur distanziati Certo, prima o poi torneremo alla “vera” normalità - e spero presto perché amo quando il Sandwich Time è pieno di vita - ma sono sicuro che alcuni comportamenti che nel “durante” e  nel “dopo” quarantena si sono insinuati nelle nostre vite, almeno in parte rimarranno E il futuro di Sandwich Time sarà (anche) take-away...

By Andrea Chef De Carolis Volevo fare il cuoco, l’ho sempre voluto fare da quando  preparavo le spaghettate di mezzanotte (che mezzanotte non era mai ...

Si, quella di ieri è stata proprio una domenica speciale con la voglia di segnare la ripartenza del nostro territorio con la prima tappa “post covid” del tour di Tipicità Experience  e a cui abbiamo partecipato con piacere ed entusiasmo proponendo una ricetta tradizionale rimodulata da Chef Andrea in versione “street food”. Altre ricette marinare le hanno preparate Massimo Garofoli di Mescola Eat, Barbara Settembre e la Vela Verde, tutte ovviamente “innaffiate” degli ottimi vini locali selezionati da Marchigianamente. Special guest Gregori Nalon e tra i tanti, graditissimi, ospiti, l’amico German Scalmazzi e il giornalista Gioacchino Bonsignore di Gusto....

Da lunedì 4 maggio  tutti i nostri prodotti potranno essere ordinati chiamando lo 0733 816623 e ritirati nell'orario scelto presso il nostro locale in Via Luigi Einaudi 214, ma sarà anche possibile riceverli a domicilio o sul luogo di lavoro, limitatamente alle aree Commerciale Aurora e Zona Industriale A, prenotandoli entro le 11,30 APERTURA BAR ORE 10 APERTURA RISTORANTE ORE 11  ...

Paté di Coratella al Crostone 1 coratella di agnello lavata e pulita,1 cipolla,1 bicchiere di brandy, 50 gr di burro,olio evo,1 rametto rosmarino, sale e pepe, 4 fette di pane bruscato Tagliate a pezzetti la coratella, preparate un soffritto con l’olio, il burro, il rosmarino e la cipolla tritata finemente, poi  unite la coratella e fatela rosolare. Sfumate con il brandy, regolate di sale e pepe e portate a cottura. Lasciate intiepidire la coratella, poi frullatela con un cutter Abbrustolite le fette di pane, spalmateci i paté e servite   Lasagne di Primavera 600 gr di lasagne fresche, 400 gr  asparagi, 2 cespi di radicchio trevigiano, parmigiano grattugiato, cipolla, olio evo, burro, 1 bicchiere vino rosso. Per la besciamella: 500ml latte o 500 ml panna fresca, 60 gr burro, 40 gr di farina, sale, noce moscata Pulite le verdure e tagliatele a julienne Preparate la besciamella facendo sciogliere il burro in una pentola, unirte la farina e fatela tostare per paio di minuti, poi aggiungete latte e panna scaldati a parte, mescolando bene con una frusta per non far fare i grumi. Regolate di  sale e profumate la besciamella con la noce moscata e tenetela da parte. Lessate le lasagne e farle raffreddare Sbollentate asparagi e radicchio separatamente e scolatele. In due pentole diverse fate rosolare della cipolla in olio e burro, unite in una gli asparagi e nell'altra il radicchio che andrà sfumato col vino rosso. Imburrate una teglia adeguata e componete le lasagne alternano ogni strato di sfoglia asparagi, besciamella, radicchio e parmigiano. Coprite il tutto con la besciamella rimasta e una generosa grattugiata di formaggio, quindi mettete in forno a 170° per circa 25 minuti. Fate riposare qualche minuto prima di servire.   Carré di Agnello dei Sibillini ai Profumi dell’Orto 1 di carré di agnello, rosmarino, salvia, timo, 1 spicchio di aglio, 1 bicchiere di vino bianco, 200 ml di brodo di carne, olio evo, sale e pepe Pulite e scalzate il carré facendo attenzione a ripulire bene le ossa Preparate bene un trito fine con gli aromi Fate rosolare su tutti i lati il carré in un tegame per alcuni minuti, poi toglietelo dal fuoco, passatelo nel trito d’erbe facendolo aderire bene quindi mettetelo in una casseruola, conditelo con sale, pepe, irroratelo d’olio e infornate a 180° per una mezz’ora circa. Quasi a fine cottura sfumate con il vino bianco. Sfornate e mentre la carne riposa qualche attimo, unite al fondo di cottura il brodo e fate ridurre la salsa e fate riposare la carne mentre unite al fondo di cottura il brodo di carne e fare ridurre la salsa ottenuta. Tagliate il carré e servite con la salsa ottenuta   Colomba farcita con Crema Tiramisù 1 Colomba da 600 gr, 4 tuorli, 70 gr di zucchero, 250 gr di mascarpone, 250 ml di panna fresca, cacao in polvere Montate i tuorli con lo zucchero, unite panna e mascarpone mescolando con delicatezza fino a ottenere una crema morbida ma ben ferma. Tagliate orizzontalmente in tre parti la colomba, farcitela con la crema, quindi sistematela su un vassoio e spolveratela con il cacao. Fatela riposare in frigo qualche ora prima di servirla BUON APPETITO  E ...

Post It come questo tanno “fiorendo” un po’ ovunque e scaldano il cuore: anche noi siamo ottimisti, ma, come ha detto qualcuno, pratichiamo l’ottimismo fattuale: andrà  tutto bene se ognuno di noi sarà responsabile e farà ciò che ci dicono di fare. Tutto lo staff di Sandwich Time lo sta facendo...